L’analfabetismo funzionale. Un problema culturale, sociale e politico

I dati non sono proprio entusiasmanti … possiamo migliorare 🙂

Essere Sinistra

education

di Daniele OIAN

Analfabetismo funzionale…qualcosa si muove? O è ancora troppo impercettibile?
Era il 2013, due anni fa, quando l’Ocse se ne usciva con un’indagine denominata “Skills outlook 2013” “All, adult Literacy and Life Skills” che vedeva gli italiani (noi) all’ultimo posto, tra 24 paesi sviluppati, per:
– competenze in lettura (literacy) e
– al penultimo per quelle in matematica (numeracy) e capacità di risolvere i problemi in ambiente fortemente tecnologici (problem solving).

Si trattava dei cosidetti “analfabeti funzionali”, cioè di coloro che non sanno utilizzare le abilità di base per potersi esprimere. Più brutalmente: non sono capaci di ragionare.

In Italia i dati sull’analfabetismo funzionale sono (come al solito) allarmanti; infatti, sembra che ci si attesti sul 47% della popolazione (contro il 7,5% della Svezia) e più del 70% della popolazione italiana rientra ancora oggi (le rilevazioni, promosse dall’Ocse, sono state svolte nel 2011-2012, ndr) nei limiti…

View original post 440 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...