Democratizzare l’Eurozona

Qualche proposta condivisibile che meriterebbe una discussione approfondita.
Rilancio.

Essere Sinistra

yanisvaroufakiseurope

di Yanis VAROUFAKIS

[traduzione di Democratizing the Eurozone, su Project Syndicate]

Così come Macbeth, i politici tendono a commettere nuove colpe per coprire i propri vecchi misfatti. E i sistemi politici dovrebbero dimostrare il loro valore con quanta rapidità pongono fine agli errori politici seriali, che si rafforzano a vicenda, dei loro funzionari. Giudicata secondo questo standard, l’area dell’euro, comprendente 19 democrazie consolidate, non riesce a stare al passo con la più grande economia non democratica del mondo.

Dopo l’inizio della recessione che seguì la crisi finanziaria globale del 2008, i responsabili politici della Cina hanno speso sette anni per sostenere la domanda calante delle esportazioni nette del  proprio paese mediante una bolla di investimenti interni, gonfiata dall’aggressiva vendita di terreni dei governi locali. E, quando il momento della resa dei conti è giunto questa estate, i leader cinesi hanno speso 200 miliardi di dollari di riserve…

View original post 808 altre parole

Chi governa a Bologna? Il nuovo protagonismo della Procura della Repubblica

Rilancio con piacere questa analisi della situazione cittadina.

paolosoglia

palazzo_di_giustizia_particolare_2

La Procura indaga il Sindaco perchè riattacca l’acqua alle case occupate (e manda un segnale politico).
La Procura lamenta che con la chiusura dei CIE viene meno la sicurezza (e manda un segnale politico).
La Procura dispensa divieti di dimora ad attivisti politici – provvedimenti ad personam (o contra personam) – che impongono il confino coatto a persone ritenute pericolose (e manda un segnale politico).
Contestualmente il nuovo Questore, insediandosi, aveva assicurato voler metter mano come prima cosa al problema degli “antagonisti” e delle occupazioni abusive (speriamo che in agenda gli sia rimasto anche un po’ di tempo per mafia, n’drangheta, camorra, sicurezza dei cittadini, etc. etc.)

Mettendo insieme tutti questi episodi recenti e meno recenti scaturisce un quadro che delinea un nuovo equilibrio in città: tramontato definitivamente, e da tempo, il primato della politica affermatosi nel dopoguerra con l’egemonia politica, sociale e culturale incarnata dal Partito Comunista, si è ormai…

View original post 812 altre parole

I volti di Atene. Diario di viaggio tra la bellezza e la crisi dell’Europa

Essere Sinistra

syntagma

di Marcello COLASANTI

Ho da poco concluso il mio viaggio in solitaria ad Atene, un viaggio dettato non dalle bellezze turistiche, archeologiche e storiche che la città può offrire, di cui comunque ho piacevolmente goduto, ma dalla voglia di scoprire, vedere, vivere e capire la reale situazione che sta vivendo la Grecia in questo momento storicamente unico.

La mia visita ateniese ha toccato il centro della città, con i suoi quartieri più turistici e storici come Syntagma, Plaka, Makrygianni, l’Acropoli, Monastiraki; semicentrali come Thisio, Psyrri, Gazi e periferici partendo da quartieri come Gazi, Metaxourghio, la famigerata Exarchia, spostandomi da esse in direzione sempre più periferica, cercando di parlare il più possibile con i commessi, gli operai, i camerieri, le persone che sulla pelle hanno vissuto, loro malgrado, questa crisi.

Nelle zone centrali, quelle più turistiche, la situazione è piuttosto buona; naturalmente essendo il turismo uno dei settori principali dell’economia greca…

View original post 1.694 altre parole

L’attualità della “questione femminile”

Rilancio queste riflessioni.

liberodifareilfuturo

“Alcune (nel 1981)  tra le maggiori ingiustizie di cui le donne sono state vittime per secoli erano state da poco cancellate: basterà ricordare che solo da pochi anni (più esattamente solo dal 1969) era stato abrogato l’art.559 del codice penale che puniva l’adulterio come reato. Beninteso, solo se commesso dalla moglie. Il marito infatti, in forza del successivo art. 560, veniva punito solo se teneva una concubina nella casa coniugale o notoriamente altrove. Innovazioni fondamentali erano state introdotte dal nuovo codice di famiglia, dal 1975. Per limitarci ad alcuni esempi: la potestà sui figli, sino a quell’anno solo “patria”, che diventava genitoriale, e dunque, finalmente spettava anche alla madre; la moglie non era più obbligata a seguire il marito ovunque questi decidesse di fissare la propria residenza; mentre prima assumeva il cognome del marito, ora lo aggiunge al proprio… Cose che oggi sembrano scontate, ma allora non lo erano affatto…

View original post 983 altre parole

Un articolo piuttosto interessante …

Riporto questa riflessione trovata in rete, e leggibile qui: “L’umanità nel 2015: assetata, sull’orlo della follia, in mezzo ad un fiume di acqua potabile”.

http://www.inventati.org/cortocircuito/2015/08/31/lumanita-nel-2015-assetata-sullorlo-della-follia-in-mezzo-a-un-fiume-di-acqua-potabile/.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: