Presentata la riforma dell’ISDS nel TTIP: più pesante è la condanna, più il giudice guadagna

Stop TTIP Italia

ISDS

ROMA, 16 settembre 2015 – La Commissione europea ha annunciato oggi il suo piano per la riforma del meccanismo di risoluzione delle controversie tra investitore e Stato (ISDS), la controversa clausola che garantirebbe agli investitori esteri la possibilità di citare in giudizio gli Stati qualora emanassero regolamenti o normative che mettono a rischio le loro aspettative di business.
La nuova proposta, annunciata nel maggio scorso dalla commissaria europea al Commercio, Cecilia Malmström, è stata accolta dal Parlamento europeo durante il voto sulla relazione Lange del 10 luglio. La riforma della clausola è un tentativo di dar vita ad una Corte arbitrale internazionale con competenza sugli investimenti che sostituisca il tradizionale arbitrato privato nel TTIP e nei futuri trattati di libero scambio. Secondo quanto dichiarato dal vice presidente della Commissione europea, Frans Timmermans, «il nuovo sistema sarà composto da giudici qualificati, gli atti saranno trasparenti e i casi verranno giudicati…

View original post 533 altre parole

Un mondo di sponsor. Ma è questo il mondo che vogliamo?

Essere Sinistra

price

di Claudio BAZZOCCHI

Se Renzi dice che le scuole potranno avvalersi di sponsor si solleva un polverone gigantesco di proteste, scioperi, manifestazioni ecc… Se lo dice a proposito dei musei non si scandalizza nessuno, o quasi.

La cosa è interessante perché ci dice quale sia la nostra percezione del valore dell’arte. L’arte è ormai un divertimento, un piacere estetico fra gli altri, un insieme di immagini da gustare assieme alle tantissime altre che provengono a noi dai più svariati player di cui ormai disponiamo. Quindi, non c’è niente di scandaloso se qualche privato decide di sponsorizzare musei, mostre o restauri.

Insomma, ormai noi non pensiamo più che l’arte sia il deposito del secolare sforzo per interpretare il mistero della presenza al mondo degli esseri umani, sia la continua sfida per rappresentare il sublime, ciò che non ha volto ma segnala la nostra aspirazione all’infinito, il tentativo inesauribile di trovare un…

View original post 695 altre parole

La primavera di Atene – 5. Una crisi europea che va risolta dai popoli europei

Essere Sinistra

people

di Yanis VAROUFAKIS

[La quinta ed ultima parte della traduzione del discorso di Yanis Varoufakis alla Festa della Rosa di Frangy-en-Bresse. Per le parti precedenti 12 – 34]

Anti-nazionalista, anti-nazista

Secondo me è molto importante evitare di mettere all’inizio delle frasi “I tedeschi questo” o “I francesi quello” o “I greci quell’altro”. Ecco perché è imperativo che noi tutti si arrivi a comprendere che non esiste una cosa come “i” tedeschi “, “i” greci o “il” francese.Che siamo tutti noi europei a trovarci di fronte ad una crisi molto europea.

Nella mia prima visita a Berlino, durante la conferenza stampa che ho tenuto con il dottor Wolfgang Schäuble, ho avuto questo da dire, in sua presenza:

Come ministro delle Finanze di un governo di fronte a circostanze di emergenza causate da una crisi deflattiva selvaggia del debito, ritengo che la nazione tedesca sia…

View original post 970 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: