EMERGENCY : GIUSEPPE, NATO A KABUL IN UN OSPEDALE DI GUERRA

Notizia bella e interessante, da condividere.
Buona serata 🙂

tramineraromatico

http://static.contactlab.it/emergency_life/newsletter/2015/41/EMERGENCY-KABUL-GIUSEPPE.jpg

-Vi scrivo per comunicarvi che sabato sera è nato un bambino al nostro ospedale di Kabul.
La guerra è avere 20 anni, aspettare il tuo primo bambino e ritrovarti nel mezzo di un combattimento con un femore rotto per una scheggia. Renderti conto che per il sanguinamento il tuo corpo reagisce nel modo più naturale e inizia il travaglio.
Trovarti in un ospedale per vittime di guerra e dover subire un cesareo in emergenza. Far nascere Giuseppe, – sì, si chiama proprio così – un bel bambino sano che arriva in questo mondo in “Afghan style”, come dice il nostro personale nazionale.
Bambino e mamma adesso stanno bene, ma dopo la gioia rimane la tristezza per un Paese che vive in guerra da 14 anni e non conosce pace-

Michela, coordinatrice medica del nostro ospedale a Kabul, Afghanistan
emergency

-Sono un chirurgo, non un politico. Quello che ho visto nei molti…

View original post 80 altre parole

Annunci

Pablo Iglesias al Parlamento Europeo: socialisti, basta con le grandi coalizioni

La traduzione dell’intervento di Pablo Iglesias al parlamento europeo.
Buona lettura 🙂

Essere Sinistra

iglesiaspablo

di Pablo IGLESIAS

[Pur non condividendo la linea politica di Podemos in merito all’Euro e alla visione europea pubblichiamo la traduzione del discorso di Pablo Iglesias al Parlamento Europeo, nel corso del dibattito sulla crisi dei migranti, dove rassegna le sue dimissioni in vista delle elezioni generali in Spagna.]

Signor Presidente, la prima volta che ho parlato qui era quindici mesi fa per conto di questo gruppo. E’ stato un onore farlo ed è stato un onore competere con lei per la presidenza di questo Parlamento. Dissi allora che aspiravamo a un’Europa diversa, che fosse un po’ meno dura con i deboli e un po’ meno accomodante con i potenti. Credo, purtroppo, che la dichiarazione di quindici mesi fa rimane valida ancora oggi.

Ho ricordato, in quel discorso di quindici mesi fa, i soldati spagnoli che hanno combattuto contro il fascismo e contro l’orrore come il miglior…

View original post 527 altre parole

La Germania è il nuovo malato d’Europa

Anche per la Germania si prospetta una crisi politica ed economica.
Quando riusciremo ad imporre scelte diverse dall’austerità?
Buona lettura 🙂

http://vocidallestero.it/2015/10/28/la-germania-e-il-nuovo-malato-deuropa/

In Islanda i banchieri non sono “intoccabili”, e questo è un bene per il paese.

Qualche volta i nostri governi potrebbero imitare l’Islanda.
Buona lettura 🙂

http://vocidallestero.it/2015/10/28/in-islanda-i-banchieri-non-sono-intoccabili-e-questo-e-un-bene-per-il-paese/

Proseguono gli incontri con Stato Maggiore della Difesa per la presentazione del progetto di migrazione a LibreOffice – LibreItalia

http://www.libreitalia.it/proseguono-gli-incontri-con-stato-maggiore-della-difesa-per-la-presentazione-del-progetto-di-migrazione-a-libreoffice/

#Marò. Almeno a Natale, non prestatevi a questo giochino stucchevole. Lasciate perdere

Un modo divertente e dettagliato di presentare la situazione dei fucilieri di marina La Torre e Girone, accusati dell’omicidio di due pescatori indiani e tuttora in mezzo ad una diatriba internazionale in cui si è vista una pessima gestione da parte della diplomazia italiana.
Buona lettura 🙂

[In fondo a Sinistra - Il Blog]

Propongo un contributo del giornalista Matteo Miavaldi dell’Internazionale in riferimento alla questione marò (1).

11167956_10206738483973437_4436560866141653387_n Fonte: profilo Massimiliano Latorre (2)

“Teorema: quando si sta a tavola coi parenti almeno tre ore si arriverà irrimediabilmente a parlare dei marò. Aiutosalvatemi”.

La crisi diplomatica tra Italia e India, scoppiata dopo l’arresto deciso dalla polizia indiana di due fucilieri di marina italiani accusati di aver ucciso due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano il 15 febbraio 2012 al largo delle coste del Kerala, nell’India sud occidentale, ha tutte le carte in regola per essere considerato argomento di conversazione spicciola tra parenti e amici, nella sua declinazione nazionalpopolare dei “nostri ragazzi detenuti ingiustamente in India”.

Dei due fucilieri, ormai, si può parlare abbastanza facilmente, inserendosi nella narrativa italiana delle angherie indiane inflitte a due servitori dello stato e quindi, per estensione, al paese intero.

È utile rinfrescare un po’ la memoria, per arrivare pronti…

View original post 1.125 altre parole

Biennale di Venezia accessibile online tramite Google Cultural Institute, fino al 23 gennaio 2015

Servizio molto interessante; faccio girare l’info. Grazie per la sua pubblicazione.
Buona visione

Meet The Artists - Art Box

Per tutti gli amanti dell’arte e per coloro che non possono recarsi personalmente a Venezia vorrei comunicare che, in seguito all’accordo di collaborazione tra Biennale e Google, il 23 ottobre scorso è stato inaugurato lo spazio dimostrativo Google Cultural Institute @ Biennale Arte 2015 a Ca’ Giustinian a Venezia.

Si tratta di uno spazio che permette di visitare virtualmente le mostre di 80 Paesi nei 70 padiglioni nazionali tramite la piattaforma Cultural Institute e vedere le oltre 4.000 opere esposte nell’edizione 2015 curata da Okwui Enwezor al quale sarà possibile accedere online anche dopo la chiusura delle mostre fissata per il 22 novembre, cioè fino al 23 gennaio 2016.

Attraverso il ‘Liquid Galaxy’, uno strumento composto da diversi schermi ad alta risoluzione affiancati che può offrire al pubblico l’esperienza di una visita virtuale della Biennale Arte 2015, sarà possibile vedere attraverso le oltre 80 immagini Street View realizzate nelle aree…

View original post 33 altre parole