Pubblicità e rock anni ’60-70

Da qualche tempo ha preso piede tra i pubblicisti la moda di utilizzare brani famosi e dimenticati di rock degli anni ’60, e primi 70.

Qualche sera fa, occasionalmente, mi è capitato di ascoltare “Hello” dei Doors: 

In precedenza non ricordo in quale spot, forse un’auto, c’era come colonna sonora l’inizio di “Child in time” dei Deep Purple: 

Entrambi i brani li ho sentiti una sola volta, mentre, essendo abbinato ad un profumo, viene passato più spesso (anche troppo 😉 )uno spezzoncino di “20 centuries: schizoid man” dei King Crimson:

Forse è passato anche un brano dei Clash, ma non ne sono certo, non avendolo riconosciuto. Possiamo però risentirci questi citati, che, secondo me sono alquanto piacevoli e molto significanti per chi, come me li ha ascoltati al loro rilascio :).

PS: non sono molto esperto, qualcuno riesce a spiegarmi come far apparire, invece del link, l’immagine di youtube? Grazie

Grazie al vostro aiuto e all’help di wordpress, ho compreso come fare con le mie impostazioni; era semplicissimo. Nella pagina di youtube, sotto al titolo, premere il pulsante “Condividi”, copiare l’url che appare nella finestrella. Nel nostro articolo, selezionare “Aggiungi media”, poi “caricamento da url”. Inserire nella finestra l’indirizzo copiato da youtube, dopo aver cancellato la scritta http://; il gioco è fatto :).

I disegni di Simone Cantarini: peculiarità e caratteristiche principali | Finestre sull’Arte

Il disegno è la preparazione dell’opera, già si delineano le capacità e volontà dell’artista.
Qual’è il più piacevole tra lo stile di Guido Reni e quello del suo contemporaneo/allievo Simone Cantarono?
Buona lettura.

http://www.finestresullarte.info/404n_simone-cantarini-disegni-caratteristiche-peculiarita.php

Perché Gustave Caillebotte non è famoso come gli altri impressionisti? | Finestre sull’Arte

http://www.finestresullarte.info/407n_perche-gustave-caillebotte-non-e-famoso-come-gli-altri-impressionisti.php#cookie-ok

Scoperta sott’acqua una città dell’Età del Bronzo in Grecia

Il Fatto Storico

(University of Geneva) (University of Geneva)

Nel 2014, gli archeologi dell’Università di Ginevra stavano conducendo delle immersioni di esercitazione al largo della spiaggia di Lambayanna, nella baia di Kiladha in Grecia, quando avvistarono alcuni intriganti frammenti di ceramica sommersi vicino alla costa.

Ma guardando più da più vicino, si accorsero di alcuni elementi architettonici, ovvero i resti di un intero insediamento sott’acqua. Ora, dopo aver condotto un’indagine completa negli ultimi mesi, i ricercatori hanno scoperto quella che sembra essere una grande città, risalente fino al 2500 a.C.

View original post 506 altre parole

Parte la migrazione della Difesa a LibreOffice

http://www.libreitalia.it/ministero-della-difesa-e-associazione-libreitalia-danno-il-via-al-progetto-di-migrazione-a-libreoffice-con-la-creazione-di-un-gruppo-di-formatori-interni/