Le dinamiche emotive tra scienza e complotto su Facebook

Uno studio sul modo di comunicare su fscebbok, ma credo che possa valere per la rete estesa. Ci fornisce elementi per comprendere come non fare.
Buona lettura 🙂

OggiScienza

3376955055_0a76421a4c_z
APPROFONDIMENTO – Ogni tanto, sulle pagine Facebook, appassionati di scienza e professionisti della comunicazione scientifica si incontrano con i cosiddetti filo-complottisti. Da un lato c’è chi si affida a informazione facilmente verificabile, studi pubblicati su riviste scientifiche e soggetti a peer review, ricerche certificate da università ed enti istituzionali. Dall’altro chi sceglie le fonti alternative ai media tradizionali, informandosi in un contesto fortemente disintermediato.

Si tratta di due gruppi che si incrociano di rado, ma quando succede non c’è vero confronto: nessuno torna a casa con conoscenze in più o qualche sano dubbio. Il risultato sono invece toni accesi, discussioni negative e un ulteriore alzarsi dei muri tra le due parti mentre la comunicazione fallisce. Nessuno cede di un passo sulle proprie posizioni, né è disposto a mettere in discussione le proprie idee. Se già molti avevano quest’impressione poco felice, ora lo conferma uno studio pubblicato su PLoS ONE da…

View original post 1.210 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...