La Germania è il nuovo malato d’Europa

Anche per la Germania si prospetta una crisi politica ed economica.
Quando riusciremo ad imporre scelte diverse dall’austerità?
Buona lettura 🙂

http://vocidallestero.it/2015/10/28/la-germania-e-il-nuovo-malato-deuropa/

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

4 thoughts on “La Germania è il nuovo malato d’Europa”

  1. Buongiorno Pietro… leggevo anch’io questo articolo, ed ho fatto due considerazioni piuttosto generali di cui mi piacerebbe avere un tuo parere:
    1) al di là degli aspetti pratici, reali, di certi accadimenti abbastanza recenti (diciamo dell’ultimo quinquennio) in terra alemagna, tutti incontrovertibili, vengono dagli stessi tedeschi (parlo di classe dirigente) visti ed interpretati con una serie di attenuanti giustificative che, quando non semplicemente risibili, sono addirittura assurde, folleggianti, deliranti (mi si passi i termini forti, ma non sempre si possono usare “addolcimenti” linguistici);
    2) ciò che mi sconcerta fortemente è l’atteggiamento tedesco, talmente intriso di convinzione di superiorità, da sottovalutare sia le evidenze contemporanee, sia gli errori storici….
    Da questo, mi viene concludendo sommariamente, deduco che certe tare genetiche sopravvivono anche agli olocausti….
    Una serena giornata a te Pietro.. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Direi che l’espressione autentica della classe dirigente tedesca è quella del ministro delle finanze quando chiede a gran voce la Grexit; purtroppo è una classe dirigente che, come la nostra, valuta soltanto i profitti immediati, ma, a differenza della nostra (che definisco in questo caso vigliacca), è pronta a scontrarsi con chiunque (leggi USA) per portare avanti i propri interessi, e, non avendo ottenuto il consenso di Italia Francia e GB, ne sta pagando lo scotto.
    In questo senso interpreto l’iniziativa di controllo sulle macchine Volkswagen avviata dagli statunitensi, che, guarda caso, varrebbe anche su molte altre marche.
    Proprio per questa impostazione mentale “talmente intriso di convinzione di superiorità, da sottovalutare sia le evidenze contemporanee, sia gli errori storici” i nodi stanno venendo al pettine, in Europa possono, per ora, fare il bello e brutto tempo, ma le Grandi potenze, USA e BRICS rispondo a tono.
    Finché in Germania, ma anche in Italia non si comprende questo, noi, persone comuni, siamo in una situazione piuttosto antipatica e dovremo fare del nostro meglio per modificarla.
    Buona giornata anche a te 🙂

    Mi piace

    1. Da una parte sono contenta che la vediamo allo stesso modo, dall’altra, comprenderai che sarei stata felice di sbagliarmi…
      Qui serve un maremoto caro Pietro, e dovremo essere tutti consapevoli e pronti a pagare gli ineludibili effetti collaterali…
      A presto, e grazie, è sempre un piacere interagire con te 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...