Felice 2016

Ringrazio tutti coloro che mi seguono, hanno seguito e leggono quanto pubblico su questo blog.

Si chiude un anno e se ne apre uno nuovo: è il calendario a dirlo, e la speranza di molti in un anno nuovo migliore del precedente. In realtà questo e domani, sono giorni che passeranno come tutti gli altri, non saranno, per se stessi, forieri o strumenti di cambiamenti sostanziali nelle nostre vite. Il nostro quotidiano continuerà a svilupparsi come al solito.

Ciò non toglie che voglio augurare a tutti i miei lettori un 2016 felice e soddisfacente.

Felice 2016
Immagine copiata in rete

Aggiungo un brano funky degli Eagles, un po’ datato:

 

Mi piacciono gli spettacoli pirotecnici, ma sono contrario ai botti fai da te, quindi allego questo video che suggerisco di visualizzare a schermo intero (la musica non è delle migliori, …)

Saluti a tutti 🙂

 

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 8.900 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 3 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Carta del Restauro – Restauro di beni culturali.

Una raccolta delle varie scritture della carta del restauro, da Atene 1931, a Cracovia 2000.

Buona lettura 🙂

Chi definisce quale metodo e come intervenire su un’opera da restaurare? Questa domanda prima o poi ce la poniamo tutti: la Carta del Restauro definisce le linee guida per intervenire nel restauro dei Beni Culturali. Sin dalla fine del sec. XVIII, si delinea l’esigenza di tutelare i monumenti da distruzioni, danneggiamenti ed alterazioni di vario … Continua a leggere Carta del Restauro

Sorgente: Carta del Restauro – Restauro di beni culturali.

Giotto: il polittico Baroncelli riunito | Finestre sull’Arte

Un’opera di Giotto, scomposta, con la cuspide aggregata ad un museo in California è stata occasionalmente riportata all’aspetto originario, in occasione della mostra milanese su Giotto.

Buona lettura 🙂

Il Polittico Baroncelli è un’opera chiave della maturità di Giotto. Un articolo per parlare di questo splendido dipinto conservato a Firenze, Basilica di Santa Croce

Sorgente: Giotto: il polittico Baroncelli riunito | Finestre sull’Arte

Caos climatico – Comune-info

Una disamina approfondita, anche se non può essere completa, degli accordi espressi dalla conferenza di Parigi sul clima, la COP21.

Buona lettura 🙂

Abbiamo letto i documenti approvati alla conferenza sul clima. L’accordo dimostra che il sistema capitalistico cerca ancora di promuovere trasformazioni inutili per lui indolori. Uno strumento di lavoro . Articolo di Alberto Castagnola

Sorgente: Caos climatico – Comune-info

28 décembre 1895: première projection payante du Cinématographe des frères Lumière

Nebbie

Queste sono giornata calde, si forma uno cortina di nebbia persistente per tutta la giornata, anche  quando il sole riesce ad affacciarsi per qualche ora.

Di seguito alcune immagini, durante le ore serali:

in un parcheggio,

Nebbia, in un parcheggio, di sera.

dalla finestra

nebbia, sera, dalla finestra.

sul retro

nebbia, sul retro.

durante una passeggiata in un parco:

fiori,

fiori nella nebbia.

foglie e frutti (drupe)

bacche e nebbia.

panoramica,

panoramica, prato nebbioso.

passa un cane:

nebbia, con cane.

gocce condensate sui rami:

nebbia

Clicckare le foto per vederle ingrandite.

Alla prossima ;).

27 Dicembre 1947 – Enrico De Nicola promulga la Costituzione della Repubblica Italiana

68 anni dopo …

Oggi nella Storia

Enrico De Nicola firma la Costituzione alla presenza di Alcide De Gasperi e Umberto TerraciniApprovata dall’Assemblea Costituente il 22 Dicembre 1947, la Costituzione della Repubblica Italiana venne promulgata dal Capo dello Stato provvisorio Enrico De Nicola il 27 Dicembre successivo. Lo stesso giorno, il testo della Costituzione venne pubblicato nell’edizione speciale della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Sorta dalla ceneri del ventennio fascista e dalle distruzioni fisiche e morali del secondo conflitto mondiale, la Costituzione rappresentò un momento di unità e condivisione di un paese che tentava di rinascere e riscoprirsi dopo il buio bellico.

Non a caso, pertanto, la Costituzione si caratterizza come mezzo di compromesso delle diverse forze politiche presenti in Costituente e si pone all’avanguardia in merito alle categorie dei diritti contemplati e tutelati. Un parlamentarismo forte sarebbe stato, nell’idea dei padri costituente, il metodo più efficace per la rinascita di governi autoritari.

View original post

Di quel perduto sale democratico

Condivisibile e di piacevole lettura, questo articolo di Gilioli,
Buona lettura 😉

Triskel182

renziCaro presidente Renzi,

come sta, nel suo secondo Natale a Palazzo Chigi?

Mi sembra bene, tutto sommato: le foto la mostrano sempre più a suo agio nel suo ruolo, vuoi con la mimetica in Libano vuoi con i vestiti standard nel Palazzo e dintorni.

Anche il lieve sovrappeso non le sta male, in fondo: la fa sembrare più simile all’italiano medio. Come quando Mike Bongiorno palesava ignoranza per farsi percepire “uno di noi” a casa, dalle famiglie.

Peraltro è noto che ogni suo scatto da front page, presidente Renzi, passa prima attraverso il sapiente vaglio di Nomfup, il quale poi decide quali far recapitare a quelle caselle postali del potere che sono in massima parte, oggi, le redazioni italiane.

View original post 1.299 altre parole