Vocidallestero » Tassi di interesse “negativi“ e guerra al contante

Perchè in Europa, nonostante le recenti scelte governative che andrebbero in senso inverso, si cerca di abolire il contante?

Come mai qualcuno auspica che le banche applichino tassi di interesse negativi?

Questo articolo fornisce una plausibile spiegazione: il tentativo di concentrare il potere finanziario nelle mani di pochi, eliminando le piccole banche locali e/o di credito cooperativo.

Il Prof. Richard A. Werner denuncia l’ipocrisia di chi invoca la guerra al contante e l’introduzione di tassi di interessi negativi. Dietro la scusa della lotta alla criminalità e del rilancio dell…

Sorgente: Vocidallestero » Tassi di interesse “negativi“ e guerra al contante

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

2 pensieri riguardo “Vocidallestero » Tassi di interesse “negativi“ e guerra al contante”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...