Strega Comanda Colore – Tag

strega comanda colore TAG

Ricevo qesto premio da bloody ivy, che è anche l’inventrice di questo tag.

Regole:
— Usare l’immagine del Tag, citare l’inventore del Tag (www.bloody ivy.it) e ringraziare chi vi ha nominato.
— Trovare e illustrare brevemente:
Una cosa che si legge (un libro, con la copertina o con un disegno in copertina dove quel colore prevalga)
Una cosa che si indossa (capi di abbigliamento, collane, borsa, giacca, trucco…),
Una cosa che si mangia/beve
— Chi non riesce a trovare le 3 cose di quel colore verrà acchiappato dalla Strega!!! 🙂 🙂 🙂
I Blogger nominati acquistano il ruolo della Strega (o dello Stregone) e, con la frase STREGA COMANDA COLORE, scelgono il colore a chi linkano nel Tag.

Ringrazio di cuore bloody ivy per avermi nominato, questo tag mi piace, e mi scuso per non aver risposto tempestivamente, ma, siccome la Strega non mi ha ancora acchiappato, procedo. Il colore assegnatomi è il giallo.

1 – una cosa che si legge, un libro; visto il colore, è facilissimo, $_35 esiste anche un genere piuttosto diffuso che lo richiama. Troppo facile, però, nonché banale; quindi in rete a cercare libri che richiamino la cromìa, almeno in copertina.  Subito trovato, ma l’ho letto circa cinquant’anni fa: non riesco a parlarne, rischio di aver perso pezzi importanti. index Altra ricerca, trova L’amico ritrovato, di Fred Uhlman. Anche in questo caso sorge un problema: pur avendolo in casa, da anni, non l’ho ancora letto. Anche stavolta, risulta difficile. Urge un’alternativa! La libreria personale potrebbe essere di aiuto, infatti ne trovo ben due che ritengo veri capolavori. farheneit 451 - Ray Bradbury

Farheneit 451 di Ray Bradbury, richiama anche il tema di questo tag: la strega era depositaria di sapere, almeno medicinale1 e curativo. Farheneit 451 è la temperatura di autocombustione della carta, ed in questa narrazione, vengono bruciati i libri, in quanto dannosi per una società impostata sul controllo capillare dell’individuo. I vigili del fuoco appiccano gli incendi, ai libri che cercano e sequestrano. Il protagonista, uno di essi, incontra una ragazza che gli trasmette la passione della lettura; viene scoperto, gli sequestrano tutto, riesce a fuggire dalla città e trova la ragazza e rifugio in un campo di uomini-libro, come si definiscono, in quanto ciascuno di loro impara a memoria un libro, per poterlo trasmettere alle generazioni future.

blade runnerAltro testo, giallo (oro), il cacciatore di androidi di Philip K. Dick; anche da questo libro è stato tratto un film, molto coinvolgente. Chi l’ha visto ricorderà senza dubbio le ambientazioni estremamente sperzonalizzanti e oppressive, la negazione individuale. Bene, nel libro questo aspetto è ancora più accentuato, gli androidi costituiscono l’unica forma di compagnia per le persone, sono riprodotti anche in forma animale. Il protagonista si lega ad un piccolo ragnetto, sperando che sia l’ultima forma di vita extraumana sulla terra, ma si scoprirà che anche questo è un droide.

 

2 – Una cosa che si indossacravatta Inizio con un articolo che negli ultimi 45 anni ho indossato una scarpevolta sola, la cravatta, e non era gialla. A fianco un altro accessorio che, all’opposto, uso costantemente, preferendo la forma sportiva a quella classica. Nell’immagine vediamo un paio di lotto, al momento non è quella la marca che indosso, ma sono scarpe tipologicamente simili.

 

3 – Una cosa che si mangia/beve. Anche in questo caso ne cito due, uno frutto utilizzabile anche come bevanda, molto succoso; limone importante per dolci, ma anche per condimenti vari, ad esempio ne uso a volta uno spicchio spezzettato e carmellato da solo o assieme a cipolla, scalogno, curcuma per le carni, spezzatini, ragù o arrosti. Ed curcumaabbiamo citato anche la curcuma, di cui preferisco il rizoma tritato a fettine sottili, quasi trasparenti, anziché la polvere. Abbinato spesso a zenzero e/o peperoncino, con aglio, insomma buone per tutte le possibilità.

Mi rendo conto di aver scritto molto, forse troppo, mi scuso fin d’ora con chi si cimenterà nella lettura di queste righe, per la lunghezza, e ringrazio vivamente sia chi mi ha invitato, che chi mi leggerà.

Ho risposto tardivamente per carenza di tempo; per lo stesso motivo, al momento, non riesco ad operare una selezione per invitare altri al cimento.

Tuttavia per chi volesse aderire spontaneamente: STREGA COMANDA COLORE violetto.

 


1 – Paracelso dichiarava di aver imparato dalle streghe, tutto ciò che sapeva.

Vocidallestero » Il capitalismo è arrivato al saccheggio: la Germania all’assalto del FMI

Un’analisi sulle istituzioni del capitalismo finanziario e non, modiale, realistica e che si discosta dalla narrazione di potere.

Paul Craig Roberts, ex assistente segretario del tesoro USA e Associate Editor del Wall Street Journal, scrive un articolo di denuncia sul trattamento riservato alla Grecia dalla Germania e dalle i…

Sorgente: Vocidallestero » Il capitalismo è arrivato al saccheggio: la Germania all’assalto del FMI

TTIP e posti di lavoro. Quanto ci perde l’Italia

Stop TTIP Italia

La grande retorica della Commissione Europea e del Ministro Carlo Calenda sui presunti benefici del TTIP al nostro Paese si ferma davanti a un report della DG Internal Policies commissionato dal Parlamento Europeo.
Secondo il rapporto “TTIP and Jobs” la conclusione del trattato transatlantico “porterà ad una sostanziale riallocazione di posti di lavoro”, con un impatto negativo nel breve termine e un ipotetico impatto positivo sul lungo termine, ma in realtà ancora da definire e contabilizzare. L’ipotesi di impatti positivi nel lungo termine si scontra inrealtà con gli effetti che troppe volte le liberalizzazioni dei mercati hanno portato nella ristrutturazione delle economie, con interi settori che collassano e altri che, pur espandendosi non sono in grado di riassorbire le persone espulse dal mercato del lavoro. Il TTIP avrà impatti diversi a seconda dei Paesi, e l’Italia pare subire gli effetti più pesanti. A pagina 40 del rapporto si vede come…

View original post 210 altre parole

Vocidallestero » L’UE: uno strumento dei forti per sfruttare i deboli.

Un articolo chiaro e di scorrevole lettura, descrive con competenza i risvolti sociali ed economici originati da strutture e politiche UE.

Il parlamentare britannico ed ex sindaco di Londra Boris Johnson ha pubblicato sul suo account facebook un bellissimo appello agli inglesi, affinché rifiutino la UE e quello che ormai rappresenta. …

Sorgente: Vocidallestero » L’UE: uno strumento dei forti per sfruttare i deboli.

Sotto l’occhio dei portici.

Alla scoperta dei nostri passaggi coperti.

A Bologna, le associazioni Habitart e RestauriAmo propongono visite guidate a palazzi e portici bolognesi.

Sabato 28 maggio, ore 10.30, appuntamento sotto le due torri in Piazza di Porta Ravegnana,

Passeggiata sotto i portici del centro che culmina con il racconto del restauro della Loggia di Palazzo Mercanzia e del restauro di Palazzo Tacconi Sala, illustrato dalla restauratrice Caterina Camerlo che lo ha realizzato personalmente.

Sabato 11 giugno, ore 10.30, appuntamento in via S. Isaia, 14.

La storia dell’ex Chiesa di S. Mattia, il recupero del portico e dell’interno, raccontati dalla restauratrice Carlotta Scardovi che lo ha portato a termine in prima persona.

portici di BolognaSeleziona l’immagine per vederla ingrandita e poter leggere il programma.

Giulio Regeni, le verità ignorate. La dittatura di al-Sisi e i rapporti tra Italia ed Egitto

È accaduto già alcune volte che un post – o un insieme di post – apparso su Giap venisse esteso e approfondito fino a diventare un libro pubblicato da Alegre. Dai due post di Wolf […]

Sorgente: Giulio Regeni, le verità ignorate. La dittatura di al-Sisi e i rapporti tra Italia ed Egitto

Lettera aperta ai ciarlatani della rivoluzione siriana

Bella questa lettera, da rilanciare.

Bye Bye Uncle Sam

13237603_1018612968222395_6078292101785724072_n

Nel momento preciso in cui un dirigente storico della resistenza araba libanese, in Siria, è appena spirato sotto i colpi dell’esercito sionista [qui l’autore si riferisce alla morte di Mustafa Badreddine, avvenuta per mano delle milizie antigovernative, inizialmente attribuita ad una incursione aerea israeliana – ndr], indirizzo questa lettera aperta agli intellettuali e militanti di “sinistra” che hanno preso partito per la ribellione siriana e credono allo stesso tempo di difendere la causa palestinese, mentre sognano tutti presi la caduta di Damasco.
Ci dicevate nella primavera del 2011, che le rivoluzioni arabe rappresentavano una speranza senza precedenti per popoli che subivano il giogo di despoti sanguinari. In un eccesso di ottimismo, noi vi abbiamo ascoltato, sensibili ai vostri argomenti su questa democrazia che nasceva miracolosamente e a tutti i vostri proclami sui diritti umani. Siete riusciti quasi a persuaderci che questa protesta popolare che si è portata via i…

View original post 1.358 altre parole

Liebster Award – TAG

Buon giorno a tutti, ricevo da shio76 questo tag cui rispondo più che volentieri.

Ringrazio shioren per la nomina e passo a rispondere alle sue

domande:

1 – Credi nel destino e negli oroscopi?

No, il destino è la conseguenza delle nostre azioni ed interazioni con la realtà che ci circonda.


2 – “L’amore è cieco” quanto pensate sia vera questa affermazione?

Non condivido: cosa si intende con cieco? Che non abbiamo la capacità di valutare la nostra affinità ed empatia con una persona? Oppure che l’amore nasce proprio come conseguenza di tali caratteristiche comuni? In ogni caso il nostro libero arbitrio, anche se a volte resta inconscio ;), ha la sua influenza nell’innamoramento. Da non confondere amore con passione o attrazione sessuale.


3 – A cosa non potete mai rinunciare?

Alla possibilità di scelta, in ogni situazione.


4 – Davanti a cosa vi sciogliete?

Non saprei rispondere, i ricordi non mi aiutano, senza dubbio mi possono emozionare diverse cose che non sto ad elencare …


5 – Negli anni i vostri gusti letterari sono cambiati? E se si, come?

Certo, anche se una costante legata a narrativa contemporanea e saggistica è sempre stata presente, negli ultimi anni privilegio letteratura di “evasione” e mi concentro su fantascienza e fantasy, nei vari filoni, anche se non mi piacciono le impostazioni tipo western o cappa e spada.


6 – L’ultima volta che hai pianto davanti ad un manga e/o anime.

Mai successo ;); confesso che non ne sto leggendo molti, solo qualche volta.


7 – L’ultima volta che la “vita” ti ha sorpreso?

Ho una mente razionale, per cui è raro che si riesca a sorprendermi; una vera sorpresa fu l’incontro completamente casuale e fortuito con una ragazza, che ora è la mia compagna nella vita da quasi 25 anni. Era qualche anno che apprezzavo il mio esere single.


8 – Un romanzo che vorreste a tutti i costi vedere versione cinematografica.

Visti i risultati, preferisco che non avvenga: non ho ancora visto una versione cinematografica che rispetti e riporti le situazioni psicologiche e non presenti sul testo scritto. La scrittura permette un affinamento di immagine seppur legata all’immaginazione, molto più ampia di quanto possa fare la trasposizione visiva su pellicola o supporto magnetico.


9 – Un film tratto da un romanzo che avrebbero tranquillamente potuto evitare di fare.

Sono moltissimi, e non vale la pena parlarne; se i film sono stati deludenti le cause possono essere molteplici, non ultime le incapacità si sceneggiatura o regia a rendere piacevole un film. INoltre ciò che può non essermi piaciuto, può aver soddisfatto altri.

Un esempio che mi va di citare è costituito da due film “blade runner” e “atto fi forza”, tratti da due racconti di Philip K. Dick, se sono stati molto diversi dai testi, ma, sono usciti due prodotti molto validi. Il primo è tuttora un cult.


10 – Hai vinto un premio per i tuoi sforzi e devi preparare il discorso di ringraziamento, chi ringraziereste e perché.

Tutti coloro che mi sono stati vicini nel percorso che mi ha portato al risultato.

Come per altre volte, non faccio una selezione di nomi cui assegnare questo premio; lo ritengo per tutti i blogger che mi seguono, per cui potete sentirvi chiamati in causa.

Buona giornata 🙂