Giuseppe Ricci Oddi, il collezionista che donò la sua raccolta a Piacenza senza chiedere niente in cambio | Finestre sull’Arte

La storia del collezionista Giuseppe Ricci Oddi, che donò alla città di Piacenza la sua raccolta senza chiedere niente in cambio: oggi è uno dei musei più importanti d’Italia.

Sorgente: Giuseppe Ricci Oddi, il collezionista che donò la sua raccolta a Piacenza senza chiedere niente in cambio | Finestre sull’Arte

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

9 thoughts on “Giuseppe Ricci Oddi, il collezionista che donò la sua raccolta a Piacenza senza chiedere niente in cambio | Finestre sull’Arte”

  1. grazie a persone come Ricci Oddi importanti opere possono esser contemplate da tutti, una decisione oculata e altruista, molto meglio che farle finire all’asta comprate nuovamente da privati che non le prestano neppure in mostre importanti e di cui si perde traccia e ricordo.

    Liked by 1 persona

    1. Sì Daniela..
      Ce ne fossero..
      Quel sito, carissimo Pietro, è una miniera: ogni volta che ci vado rischio un capogiro tanta è l’arte che vi ammiro.
      Mi son pure andata a cercare Mareggiata di Giorgio Belloni, il Cavallo bianco al sole di Beppe Ciardi e Il Bosco di montagna di Stefano Bruzzi…
      Un tempo avrei preferito il primo, ma ora ti che l’ultimo con quei colori autunnali è stupefacente..

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...