Perché un NO il 4 dicembre

referendum costituzionale

Attualmente la nostra Costituzione stabilisce:

Articolo 11

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Articolo 78

Le Camere deliberano lo stato di guerra [cfr. art.87 c. 9] e conferiscono al Governo i poteri necessari.

Con la modifica proposta un singolo ramo parlamentare, la Camera, è autorizzata a prendere decisioni quali l’entrata in guerra.

voto NOVisto che la nuova legge elettorale assegna un alto premio di maggioranza, questo può far sì che un singolo partito, seppur minoritario tra i cittadini, possa ottenere la maggioranza alla Camera. Dal momento che il Senato non avrà più potere decisionale, questa maggioranza, “anomala” potrà decidere di entrare in un conflitto armato.

Considerando:

che invieremo 140 militari in Lettonia, nell’ambito di un programma NATO dettato dagli USA, referendum costituzionale, vota NO

che l’amministrazione Obama si è dimostrata altamente guerrafondaia, e tutto fa prevedere che Hillary Clinton lo sarà ancor di più (cercando di innalzare il livelli dello scontro con la Russia, come evidenziano le sue attuali dichiarazioni),

diventa comprensibile, non accettabile, l’interferenza statunitense sul voto al referendum costituzionale del 4 dicembre, espressa a più riprese dall’ambasciatore usa in Italia e dallo stesso Obama.

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

10 thoughts on “Perché un NO il 4 dicembre”

    1. Si, ce ne sono tanti, su alcuni ci sarebbe da riflettere e potrebbero anche essere accettabili;
      questo snatura totalmente l’aspetto “pacifista” (peraltro già calpestato abbondantemente) che ha attualmente.
      Ciao … Buona domenica 🙂

      Mi piace

  1. ciao Pietro
    io riesco a vedere come positivo solo il punto che riguarda l’abolizione del Cnel …
    sul quale hanno fatto pure demagogia dicendo di risparmiare 4 volte la cifra reale …
    sula Clinton penso solo che sia peggio di chi l’ha preceduta, il che è tutto un programma …
    🙂

    Liked by 1 persona

    1. Si potrebbe esserlo in quanto il CNEL non ha potere di alcun tipo; è previsto che come semplice organo suggeritore.
      Comunque i suoi costi sono irrisori, altamente al di sotto a quelli dichiarati dal governo (circa un quarto della cifra indicata), e la sua funzione, se ascoltato, potrebbe essere importante.
      È l’unico punto su cui sono perplesso, in quanto potrebbe essere uno strumento molto utile, con una classe politica diversa che recepisse le istanze del paese.
      Ciao, buona giornata 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Il Cnel è assunto a “simbolo” di quella immane quantità di “Enti inutili” di cui è ricco questo ameno Paese;
        la sua soppressione quindi è anche simbolica;
        sulle cifre ho detto anche io la stessa cosa (pura propaganda demagogica da parte del governo);
        ma sugli altri punti come fai ad essere perplesso ?
        Ad una analisi appena appena attenta si capisce che si tratta di un accrocchio per gettare fumo negli occhi e favorire (come il resto delle manovre) i soliti noti ed il proprio potere …
        ciao Pietro 🙂

        Liked by 1 persona

        1. Lo so, ma sono anche convinto che in un paese normale, giusto ed equo, dove si rispettassero i cittadini, sarebbe utile; sono tantissime altre le strutture/enti inutili. Credo anche che sia stato individuato per dare un contentino a noi elettori, togliendosi in contemporanea un grosso sasso dalle scarpe.
          Ciò non toglie che voterò NO.
          ciao Claudio

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...