IL 4 DICEMBRE SI VOTA SULLA COSTITUZIONE, NON SU RENZI

ALGANEWS

DI MARCO FURFARO
MARCO FURFARO
Si vota sulla Costituzione, non su Renzi. E nemmeno sul dopo Renzi o su Grillo o su Salvini o su Sinistra Italiana. Si vota sulla Costituzione. Cioè sulle fondamenta su cui poggia i piedi ognuno di noi, oggi e domani. Votiamo sul perimetro di democrazia che ci tiene insieme, sulle regole del gioco, su come si garantisce la partecipazione alla vita istituzionale di ogni cittadino e cittadina, che sia di destra, di centro o di sinistra.
Su questo si vota. Ed è ignobile continuare ad evocare la paura del dopo. Perché legare una riforma costituzionale ai destini della propria persona o del governo, alludere alla paura del governo tecnico (evocato come spauracchio ma felicemente appoggiato da tutti coloro che oggi quella riforma propongono) o all’ascesa di Grillo o Salvini, alla chiusura di banche (che lo sono già, tra l’altro, visto che nemmeno ti aprono la porta…

View original post 257 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

8 thoughts on “IL 4 DICEMBRE SI VOTA SULLA COSTITUZIONE, NON SU RENZI”

    1. Certo, ma lo trae in quanto vuole applicare un programma liberista sostenuto internazionalmente; la questione è proprio nei termini che la nostra costituzione ha un buon equilibrio tra le cariche dello stato, la nuova proposta assegna un enorme potere al governo, e paradossalmente, anche al senato in quanto ha una decina di soluzione per affossare le leggi.
      In pratica sembra fatta apposta per bloccare la legislazione nel caso in cui possano essere eletti “out sider” quali i cinque stelle o un altro leader che attualmente non esiste.
      Considerando che avremo una maggioranza alla camere, ed una temporalmente variabile al senato … possiamo immaginare l’impasse che potrebbe crearsi.
      Altro aspetto importante è l’avocazione al governo del controllo locale del territorio, dopo aver sospeso le provincie, il ridimensionamento delle possibilità che hanno le regioni porterebbe ad un appiattimento nazionale, in tutti i sensi: la media è sempre al ribasso, specialmente in momenti di crisi e mancanza di volontà di innovazione e rilancio della crescita.
      A presto

      Liked by 2 people

  1. Renzi e i “suoi” sono stati molto furbi nel proporre una modifica di per se “utile” e ricercata già dai governi passati.. però questo del superamento bicamerale è solo una facciata utile per prendere i voti di chi realmente vuole un cambiamento, tenendo all’oscuro il fatto che, con il sì si perderà buona parte del potere “democratico”a favore di un sistema più centralizzato. e poichè Renzi è un europeista convinto,sappiamo già dove la cosa andrebbe a parare..
    Buona Giornata!

    Mi piace

  2. Noi lo sappiamo che si vota per la salvaguardia della Costituzione, almeno gli informati, ma è indubbio che il risultato (qualunque questo sia) si abbatterà sulla testa di ognuno di noi, e potrebbe portare sostanziose modifiche al nostro cammino futuro. Questo governo abusivo è alla prova del 9? direi di sì! E spero che gli italiani se lo rammentino al momento di tracciare quella X, anche qualora si prospettasse un nuovo governo tecnico del quale non sentiamo affatto la mancanza. Buona serata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...