L’ULTIMO ATTO DELLA LEGGE FORNERO

ALGANEWS

DI PIERLUIGI PENNATI
pierluigi-pennati
Mentre siamo tutti in attesa di sapere se si voterà a primavera per il nuovo parlamento o per il referendum contro il Jobs Act una nuova scadenza sta per arrivare inesorabilmente: il 1° gennaio 2017 diremo addio definitivamente all’indennità di mobilità.
Per effetto di una delle norme contenute nel D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, detto anche “Salva Italia” o definito come “Riforma delle pensioni Fornero”, dal nome di Elsa Fornero che ne fu promotrice, dal 1° gennaio scomparirà, dopo 25 anni dalla sua introduzione, l’indennità di mobilità per i lavoratori colpiti da licenziamento collettivo. Ai disoccupati resterà solo l’assegno NASpI.
Per la precisione, sparisce l’indennità spettante ai lavoratori licenziati da imprese industriali con più di 15 dipendenti o commerciali con oltre 50, sostituito dall’assegno NASpI, uguale per tutti.
Con l’assegno di mobilità, i benefici fiscali riguardavano le assunzioni di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità indennizzata…

View original post 518 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...