LA STORIA ULTIMA

Un altro motivo di rabbia, quest’ultima perla inanellata da un regime neoliberista ed oppressivo.

ALGANEWS

DI LUCA SOLDI

image

Dunque il profitto avanti a tutto. E’ la degna conclusione di un anno dove si sono abbattute tante barriere sui diritti del lavoro. E’ la vera riforma delle riforme. L’offesa finale alla nostra Costituzione che prevedeva il lavoro come massima espressione di crescita sociale, ma anche e soprattutto, etica e morale.
Da adesso il datore di lavoro potrà licenziare non solo se a renderlo necessario saranno le difficoltà economiche e congiunturali ma anche se lui vorrà “semplicemente” aumentare i profitti. A dirlo una sentenza emessa dalla Corte di Cassazione dello scorso 7 dicembre rivoluzionaria per il mondo del lavoro quella depositata lo scorso 7 dicembre dalla Corte di Cassazione. Si tratta di un allargamento del campo del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, che potrà avvenire, secondo la sentenza, non solo nei casi “straordinari” come una situazione economica difficile, ma anche in quelli “ordinari” in cui l’azienda semplicemente…

View original post 167 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

2 thoughts on “LA STORIA ULTIMA”

  1. E’con questi metodi che vogliono imporre la globalizzazione, privandoci dei diritti, perchè in paesi concorrenti non li hanno questi diritti. Invece di imporli a questi paesi, li si toglie nel proprio. Davvero una bella globalizzazione…
    Un caro saluto e tantissimi auguri per il nuovo anno…

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...