Il fotografo della settimana – La doppia esposizione emozionale di Miki Takahashi

Belle queste immagini; ottimo lavoro in camera oscura e di doppia esposizione … spero che non li abbia ottenuti con ritocchi digitali … ma restano affascinanti.

Barbara Picci

Miki TakahashiSi dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima e che il volto sia uno strumento di espressione del nostro io. A questo si rifa la fotografa giapponese Miki Takahashi che, servendosi delle tecniche della doppia esposizione e della manipolazione digitale, utilizza il suo volto per proiettare esternamente i suoi sentimenti.
Ne deriva una serie di scatti stratificati che mettono in relazione / tensione due realtà: quella più intima e quella esteriore oggetto del suo interesse. I suoi ultimi lavori si concentrano, ad esempio, sul fumo e sulla natura. Nonostante il soggetto principale sia il volto, gli elementi che vi si fondono, siano essi fiori o spire di fumo, diventano altrettanto rilevanti creando uno stile surreale ed esteticamente apprezzabile.
Ecco le immagini. Buona visione!

Link utili / Useful links:
Wikipedia | Blog | Behance | Society6

Via photographyblogger.net

View original post