Rapporto Oxfam. Quando la ricchezza di pochi è un freno per il benessere di tutti – Left

https://www.left.it/2017/01/16/rapporto-oxfam-quando-la-ricchezza-di-pochi-e-un-freno-per-il-benessere-di-tutti/

Quel sistema trucchistico

Aldous Huxley, in questo brano ci fornisce un’immagine estremamente precisa di che cosa sia il marketing, molto tempo prima che venisse concepito.

Bye Bye Uncle Sam

aldoushuxleyL’auspicio (tradito) di Aldous Huxley

“Nello sfogliare l’elenco telefonico di Chicago, mi accadde di notare un annuncio a tutta pagina di un imprenditore di pompe funebri, i quali ora in America si chiamano più elegantemente morticians. I caratteri erano vistosi, e l’occhio vi si fermò fatalmente. Interruppi le mie ricerche per leggere venti righe di prosa lirica, nelle quali eran celebrati i servizi incomparabili che Kalbsfleisch e Compagni rendevano alla società. Appresi che il loro negozio era arredato come una cappella mortuaria in stile gotico; i loro scrigni (che tra noi si chiamerebbero più grossolanamente casse da morto) erano eleganti, foderati di raso, e a buon prezzo; i loro carri-automobili di un funebre sontuoso, i loro modi con le famiglie afflitte, benché gravi, erano rasserenanti e calcolati per confortare gli animi; e infine essi avevano il privilegio di “dare l’ultimo riposo ai vostri cari defunti nel Camposanto di ***…

View original post 1.463 altre parole

La tutela del patrimonio all’italiana: Mutignano e la chiesa della Madonna della Consolazione – Finestre sull’Arte

Un fenomeno diffuso ed incomprensibile, l’abbandono dei nostri Beni Culturali all’incuria, e non avviene per mancanza di fondi, ma per la trascuratezza (volendo essere gentili) umana dei nostri amministratori, a tutti i livelli.

La chiesa della Madonna della Consolazione di Mutignano (Teramo) è in avanzato stato d’abbandono da anni. Malgrado gli investimenti fatti per il recupero.

Sorgente: La tutela del patrimonio all’italiana: Mutignano e la chiesa della Madonna della Consolazione – Finestre sull’Arte

21 gennaio 2017: giornata europea Stop CETA

Stop TTIP Italia

accordo-tossico

La Campagna Stop TTIP Italia rilancia la giornata europea di mobilitazione decentrata Stop CETA del 21 gennaio prossimo, per aumentare la pressione sugli europarlamentari in vista della ratifica dell’accordo di libero scambio con il Canada prevista per il 14 febbraio a Strasburgo.

Partecipa anche tu, contribuisci a fermare l’accordo tossico Canada – Unione Europea: organizza un volantinaggio, partecipa a un presidio, invia tweet e messaggi agli europarlamentari della tua circoscrizione, fai sentire la tua voce e contribuisci a bloccare un accordo commerciale insostenibile.

Vuoi partecipare?
Ecco cosa puoi fare… nelle piazze, sul web, su twitter, su facebook, in email

Cosa puoi fare… nelle piazze

– Organizza un presidio oppure scarica, stampa e diffondi il volantino Stop CETA(fronte e retro);

– Partecipa alpresidio del 21 gennaio alle ore 16.00 a Firenze, in piazza de’ Ciompi;

– Partecipa al presidio del 21 gennaio a…

View original post 543 altre parole