Jean-Michel Basquiat, il James Dean dell’arte moderna

Il padiglione d'oro

Un’affascinante struttura per un artista controverso dell’arte moderna.
Il MUDEC, il nuovo Museo delle Culture di Milano, ha dedicato a Jean-Michel Basquiat, uno degli artisti neri più famosi degli Stati Uniti, una ricca retrospettiva che ripercorre tutta la sua breve e intensa vita, che è stata un tutt’uno con la sua poetica. Oltre cento lavori realizzati tra il 1980 e il 1987 e provenienti in gran parte da una grande collezione privata, la Yosef Mugrabi, iniziata quando l’artista era ancora in vita.

L’ingresso alla sala espositiva del MUDEC

«Jean Michel Basquiat è stato il primo artista nero famoso della storia dell’arte in un periodo in cui la discriminazione razziale era più forte di quella che esiste ancora oggi negli Stati Uniti, di cui leggiamo quasi quotidianamente sui giornali», ha sottolineato Gianni Mercurio, che ha curato la mostra insieme a Jeffrey Deitch. L’artista, nel suo lavoro, approfondì attraverso l’orgoglio e la…

View original post 1.714 altre parole

Annunci

Autore: Pietro Barnabe'

Restauratore artigiano di: opere d'arte, arredi lignei fissi e mobili, materiale lapideo anche decorato e dipinto, materiale etnografico.

10 thoughts on “Jean-Michel Basquiat, il James Dean dell’arte moderna”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...