Antiche Presenze: un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale – Archeomatica

Nelle prassi di progetto della valorizzazione del patrimonio culturale devono coesistere una costante verifica della sostenibilità delle azioni nella specifica sensibilità dei luoghi e un utilizzo sapiente e misurato delle tecnologie, al fine di salvaguardare l’identità originale del patrimonio “reale” dai rischi di una eccessiva “virtualizzazione”.Tale visione – condivisa dalla committenza pubblica – ha ispirato il progetto “…Antiche Presenze…”, che nel 2010 ha preso forma sulle superfici esterne dei Mercati Traianei in una suggestiva proiezione notturna dei volti della Roma imperiale, con l’obiettivo di amplificarne ivalori attraverso una visione inconsueta.RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL’APPROCCIO ALLA VALORIZZAZIONELa proliferazione pressoché illimitata delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali, capaci di un immenso potenziale operativo, impone ai responsabili della gestione culturale e ad ogni operatore del settore un sempre più attento monitoraggio del loro utilizzo nei rispettivi ambiti di competenza.La loro diretta ripercussione sugli aspetti percettivi riguardanti la fruizione del patrimonio culturale richiede l’impegno di una sensibilità molto attenta nell’orientare adeguatamente le azioni, salvaguardandolada una sovrabbondanza di sollecitazioni e dai rischi di una eccessiva “virtualizzazione”, e di una conseguente corrosione dell’esperienza “frontale”.

Sorgente: Antiche Presenze: un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale – Archeomatica

Realtà virtuale alla portata di tutti con uno Smartphone e un visore a basso costo. – Archeomatica

La semplicità del visore a Realtà Virtuale disponibile per la visita a tutti nel sito archeologico delle Terme di Caracalla a Roma.

Sorgente: Realtà virtuale alla portata di tutti con uno Smartphone e un visore a basso costo. – Archeomatica