Cyberwar, la nuova frontiera della guerra, sempre più subdola e incontrollabile! – Pressenza

Mentre noi siamo impegnati per il disarmo, contro la produzione e il commercio di armi, per l’eliminazione totale delle armi nucleari e della loro minaccia, la guerra stia cambiando radicalmente i connotati che conosciamo (o pensiamo di conoscere), assumendo caratteristiche sempre più subdole e incontrollabili, sviluppando tipi di “armi” che non riusciamo neanche a immaginare, […]

Uno dei salti di qualità (come ci condizione il linguaggio, non trovo un contrario di “qualità”) sono i cosiddetti killer robot, in termini più tecnici armi autonome, che con gli sviluppi – che qualcuno chiama “prodigiosi”, io “allarmanti” – dell’intelligenza artificiale (AI) individua il nemico senza l’intervento di una decisione umana e decide di attaccarlo: Pressenza se ne occupa da tempo1. Sulla AI sembra che si giocherà la prossima competizione tecnologica (e non solo) globale: forse qualcuno è contento, attende con ansia un qualche tipo di robot che esegue tutte le operazioni umane, a mio parere non c’è molto da stare allegri! Lo faremo anche pensare per noi, manderemo il cervello al macero?

Sorgente: Cyberwar, la nuova frontiera della guerra, sempre più subdola e incontrollabile! – Pressenza

Annunci