Pressenza – “Il neoliberismo è diventato uno stile di vita, molto più che un’ideologia o una politica economica”, Pierre Dardot.

Abbiamo parlato a lungo con il filosofo francese Pierre Dardot, il quale sostiene che se non si comprende il funzionamento del neoliberismo, non si può resistergli o superarlo; che è necessario riconoscere come permea le diverse attività umane, influenzando ben più dei sistemi economici che riducono le funzioni dello Stato e tagliano i bilanci delle politiche sociali, privatizzando servizi e risorse naturali, per estendersi, con le sue forme individualistiche e competitive, negli ambiti della cultura e persino dei legami interpersonali, imponendo comportamenti. La logica del mercato va ben oltre i limiti della sfera strettamente economica per diventare un insieme di pratiche che si esprimono in tutte le sfere dell’esistenza umana. Impregna persino la soggettività e configura uno stile di vita, cosicché l’individuo va considerandosi come una sorta di “capitale umano”, come una piccola “azienda” in cui le regole della concorrenza vanno anche contro se stesso. Il neoliberismo oggi è allora una forma sociale, e persino esistenziale, che mette in gioco il nostro modo di vivere, le nostre relazioni con gli altri e il modo in cui ci rappresentiamo.

Sorgente: Pressenza – “Il neoliberismo è diventato uno stile di vita, molto più che un’ideologia o una politica economica”, Pierre Dardot.

Annunci