Comunicato Stampa su DM Appalti Beni Culturali | CNA

CNA, ARI, Confartigianato che rappresentano i Restauratori di Beni Culturali italiani, si uniscono con forza a salvaguardia dell’intera categoria, contro il Regolamento concernente gli Appalti pubblici di lavori inerente i Beni Culturali (attuato con D.M. 154/2017del Ministero dei Beni culturali predisposto in attuazione all’articolo 146, comma 4 del Codice dei Contratti Pubblici), il quale ancora una volta, come già avvenuto in passato, tende a diversificare i restauratori che hanno acquisito la qualifica ai sensi dell’art. 182 da coloro che l’acquisiscono ai sensi dell’art. 29.

Sorgente: Comunicato Stampa su DM Appalti Beni Culturali | CNA

Restauratori, importante.

Restauro, conservazione, manutenzione di opere d’arte ed arredi.

Riprende la pubblicazione post feriale, con un aggiornamento sul concorso del mibact per l’assunzione di 500 professionisti, tra cui 80 restauratori di beni culturali.

Sorgente: Restauro di beni culturali. – Restauro, conservazione, manutenzione di opere d’arte ed arredi.

Restauratori, Santolini contro Franceschini: “Verifichi il comportamento dei suoi burocrati”

ROMA – “Verrebbe da pensare che al ministero dei Beni culturali non si rispettano le leggi dello Stato. Ponendo così una pesante ipoteca sul futuro dell’attività di restauratore. Una professione che invece meriterebbe la massima attenzione nel nostro Paese, depositario di un patrimonio artistico senza pari al mondo”. Lo afferma il presidente di CNA Artistico

Sorgente: Restauratori, Santolini contro Franceschini: “Verifichi il comportamento dei suoi burocrati”

Elenco “parziale” e “fazioso” Restauratori Beni Culturali

Contafili - Arte e Restauro

A pochi giorni dalla chiusura dei lavori della commissione (scaduta il 31 maggio 2016 e prorogata di 60gg, al 31 luglio 2016) per la pubblicazione dell’elenco restauratori, c’è veramente da chiedersi quanta urgenza c’era di veder pubblicato questo elenco “parziale” con 858 nomi??
Solo dopo 21 anni di attesa il nostro Stato ha deciso improvvisamente di diventare zelante e pubblicare addirittura in anticipo la lista dei soli eletti, per porre rimedio al concorso dei 500, ..non sia mai infatti, che ci siano uguali possibilità per tutti!
E’ evidente che per i ritardi burocratici di tutto l’iter, solo gli 858 candidati avevano diritto di essere regolarizzati,
e per l’ennesima volta si evince che le parole democrazia e legge uguale per tutti, non sono contemplate nel loro vocabolario.
Quasi inutile esprimere lo sdegno e la mortificazione per l’ennesima beffa ai restauratori e collaboratori  che cercano chiarezza da più di vent’anni.
Questo intervento messo in atto con decreto direttoriale sono gravissimi, cavilli formali e favoritismi…

View original post 810 altre parole

La pulitura – 2° – Restauro di beni culturali.

Continua, anche se sporadica, la pubblicazione di articoli inerenti il restauro, la manutenzione e conservazione di opere d’arte, beni culturali, architetture ed arredi.

Sia che si debba restaurare, che manutenere un’opera, la pulitura costituisce l’intervento più importante che affronteremo. È in queste fasi che approcceremo il metodo corretto per la salvaguardia del bene e delle sue superfici, in particolare se stiamo intervenendo su opere policrome o dorate. Approfondiamo oggi il tema iniziato qui; dobbiamo intervenire per preservare il … Continua a leggere La pulitura – 2°

Sorgente: La pulitura – 2° – Restauro di beni culturali.

Stucco e stuccatura su legno – Restauro di beni culturali.

Lo stucco è un ammasso morbido e malleabile che si utilizza per chiudere piccole lacune e microfessure, onde ottenere un’omogeneità superficiale essenziale per avere un effetto esteticamente uniforme. Lo stucco e la stuccatura su opere lignee. È composto di tre componenti, un inerte, un legante, e pigmenti; se lo si diluisce diventa utilizzabile anche come … Continua a leggere Stucco e stuccatura su legno

Sorgente: Stucco e stuccatura su legno – Restauro di beni culturali.

Restauratori Dimenticati – Articolo su Repubblica

Contafili - Arte e Restauro

Oggi su Repubblica è stato pubblicato un articolo, che da Firenze abbiamo fortemente voluto, per portare all’attenzione i problemi e le trasformazioni in atto nel restauro..

restauro – Articolo di Repubblica venerdi 8 Aprile 2016

Apprendiamo di un accordo di collaborazione gli Uffizi e l’Opificio delle Pietre Dure. Un accordo, par di capire, che prevede l’intervento dell’Opificio nella conservazione preventiva, manutenzione e restauro del patrimonio. Siamo i primi a riconoscere il valore straordinario dell’Opificio e la piena legittimità di questi accordi. Ma Siamo sconcertati. I motivi?

Il primo è che non si tiene conto di una parte rilevante del nostro patrimonio che sono i restauratori e cioè le imprese artigianali, che contano oltre 280 specialisti d’eccellenza. In secondo luogo crediamo che l’Opificio non disponga della capacità operativa per far fronte a tutte le esigenze degli Uffizi. Mentre noi siamo convinti che la reale tutela del nostro patrimonio d’arte non possa essere racchiusa in un passaggio di risorse…

View original post 264 altre parole

Qualifica collaboratore restauratore

Aggiornamento

PER LA TERZA VOLTA E IN SOLI DIECI GIORNI, è stato ripubblicato l’elenco dei collaboratori restauratori a cui è stata attribuita la qualifica .

Ritenendo tale comportamento non più sostenibile la CNA ha deciso di inviare una lettera al Ministro Franceschini di cui diamo ampi stralci con richiesta di incontro, di fare inoltre un comunicato stampa utilizzando anche i social per la massima diffusione fra i restauratori, di chiedere agli uffici tecnici ragguagli circa la fase successiva.

Riportiamo con sgomento e sdegno quanto compare sul sito del Ministero dei Beni Culturali

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Avvisi/visualizza_asset.html_1291540082.html

continua a leggere

Collaboratore restauratore, gli elenchi

Finalmente, la prima tappa per la qualifica di restauratore è conclusa: sono stati pubblicati gli elenchi dei collaboratori restauratori accreditati dal Mibact.

La notizia e l’elenco è reperibile qui.

Ora siamo in attesa dei prossimi passaggi, la pubblicazione degli elenchi di restaratore e le date degli esami per chi collaboratore volesse acquisire la qualifica di restauratore di beni culturali.

Affreschi, staccati e … dimenticati.

Succede a volte che la realtà superi l’immaginazione; è questo uno di quei casi. Si poteva immaginare di disguidi e ritardi nella realizzazione di progetti, nel mondo della gestione dei beni culturali, ma questo articolo di qualche giorno fa, descrive una situazione ben più drammatica.

Buona lettura 🙂

 

Negli anni ’60, ’70, era abitudine staccare gli affreschi da muri deteriorantisi e palazzi in condizioni non ottimali, per restaurarli e riposizionarli una volta ristabilite condizioni ambientali adatte alla loro conservazione. Conoscenze e metodologie di restauro non erano al livello attuale, e le Soprintendenze finanziavano il distacco per restaurare e conservare. Purtroppo il meccanismo ha … Continua a leggere Affreschi, staccati e … dimenticati

Sorgente: Affreschi, staccati e … dimenticati – Restauro di beni culturali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: