Il movimento fermo: gente che cammina

Due sono le sfide impossibili dell’opera d’arte: catturare lo spazio e congelare il tempo. E se per la prima si sono inventati ogni forma di simulazione della profondità, per la seconda hanno provato a fermare il movimento, per suggerire un divenire anche nell’immobilità più totale…

Sorgente: Il movimento fermo: gente che cammina

Annunci

Treccani_L’Italia in piccolo

gusci di noce - blog di poesia (di Sergio Pasquandrea)

treccani

Che cosa ho fatto negli ultimi due anni?
Vabbè, un po’ di cose.
Ma una è stata questa: curare la scrittura dei testi per una serie di venti e-book, abbinati ad altrettanti filmati, che raccontano i venti comuni più piccoli d’Italia, uno per ciascuna regione.
Non l’ho fatto da solo, ovviamente: con me c’era tutta una squadra che ha lavorato sodo, sotto l’egida dell’Istituto Treccani.
Il risultato, lo trovate a questo link.

Qui sotto, copia-incollo il post con il quale Luciano Vanni, editore e direttore di Jazzit nonché coordinatore dell’intero progetto per conto di Treccani, annuncia ufficialmente l’uscita.

Roma, 8 aprile 2018 | Dopo due anni e mezzo di lavoro, posso finalmente annunciare che il progetto editoriale “L’Italia in Piccolo”, realizzato per conto di Treccani.it, è online all’indirizzo www.treccani.it/italia-in-piccolo: di certo è stata una delle più significative esperienze umane e professionali della mia vita, perché si è…

View original post 578 altre parole

Tomaso Montanari, Un restauro non è mercato

Emergenza Cultura

Uno dei danni collaterali del cambiamento climatico   è la distruzione di estese porzioni di ciò che definiamo “patrimonio storico e artistico”: che  è poi la forma dell’Italia, quella unione

View original post 467 altre parole

Antiche Presenze: un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale – Archeomatica

Nelle prassi di progetto della valorizzazione del patrimonio culturale devono coesistere una costante verifica della sostenibilità delle azioni nella specifica sensibilità dei luoghi e un utilizzo sapiente e misurato delle tecnologie, al fine di salvaguardare l’identità originale del patrimonio “reale” dai rischi di una eccessiva “virtualizzazione”.Tale visione – condivisa dalla committenza pubblica – ha ispirato il progetto “…Antiche Presenze…”, che nel 2010 ha preso forma sulle superfici esterne dei Mercati Traianei in una suggestiva proiezione notturna dei volti della Roma imperiale, con l’obiettivo di amplificarne ivalori attraverso una visione inconsueta.RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL’APPROCCIO ALLA VALORIZZAZIONELa proliferazione pressoché illimitata delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali, capaci di un immenso potenziale operativo, impone ai responsabili della gestione culturale e ad ogni operatore del settore un sempre più attento monitoraggio del loro utilizzo nei rispettivi ambiti di competenza.La loro diretta ripercussione sugli aspetti percettivi riguardanti la fruizione del patrimonio culturale richiede l’impegno di una sensibilità molto attenta nell’orientare adeguatamente le azioni, salvaguardandolada una sovrabbondanza di sollecitazioni e dai rischi di una eccessiva “virtualizzazione”, e di una conseguente corrosione dell’esperienza “frontale”.

Sorgente: Antiche Presenze: un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale – Archeomatica

Realtà virtuale alla portata di tutti con uno Smartphone e un visore a basso costo. – Archeomatica

La semplicità del visore a Realtà Virtuale disponibile per la visita a tutti nel sito archeologico delle Terme di Caracalla a Roma.

Sorgente: Realtà virtuale alla portata di tutti con uno Smartphone e un visore a basso costo. – Archeomatica