Materiali lapidei: pietre e stucchi. – Laboratorio di restauro

Nuova aggiunta nell’opera di ricostruzione del blog dedicato al restauro. Gli articoli li accorpo ed organizzo per argomento, anche se risultano piuttosto lunghi.

I materiali lapidei: pietra, cotto, stucchi, malte ed intonaci. Ogni volta che interveniamo per la manutenzione o il restauro di edifici, monumenti o inserti architettonici lavoriamo su materiali lapidei. Marmo, travertino, calcare, arenaria, da secoli vengono utilizzati per abbellire le facciate di palazzi, come basi e capitelli per colonne, bancali per finestre, colonne, placche superficiali, … Leggi tutto “Materiali lapidei: pietre e stuccchi.”

Sorgente: Materiali lapidei: pietre e stucchi. – Laboratorio di restauro

Materiali lapidei, ricostruzione.

Una nuova pagina, inerente la ricostruzione di rotture o lacune sugli elementi lapidei.

Buona lettura 🙂

Ricostruzione di parti mancanti, in pietra o materiale lapideo Non sempre le parti lapidee su cui interveniamo sono complete; possono presentare rotture, lacune o cadute varie. La loro ricostruzione o integrazione pone qualche dilemma sulle tipologie di materiali ed i metodi da adottare. Il legante migliore da utilizzare è la calce, nelle diverse forme reperibili … Continua a leggere Materiali lapidei, ricostruzione

Sorgente: Materiali lapidei, ricostruzione.

Materiali lapidei – Restauro di beni culturali.

Con questo, inizia una serie di articoli dedicati a pietra e materiali lapidei vari; non mi dilungo nella presentazione :-D.

Buona lettura 🙂

Dopo il legno, parliamo dei materiali lapidei: pietra, cotto, stucchi, malte ed intonaci. Li incontriamo ogni volta che interveniamo per la manutenzione o il restauro di edifici, monumenti o inserti architettonici. Marmo, travertino, calcare, arenaria, da secoli vengono utilizzati per abbellire le facciate di palazzi, come basi e capitelli per colonne, bancali per finestre, colonne, … Continua a leggere Materiali lapidei

Sorgente: Materiali lapidei – Restauro di beni culturali.

Una cripta

Sui colli bolognesi, a Varignana ( si svolta a destra sulla via Emilia, poco prima di arrivare a Castel S. Pietro, andando da Bologna verso Rimini), possiamo trovare una cripta del IX secolo, restaurata e ben conservata.

La chiesa, di struttura romanica, in cotto (materiale principe nell’edilizia religiosa, militare e civile della provincia di Bologna), con molte parti ricostruite dopo la seconda guerra mondiale, è piccola e semplice; sulla destra prima dell’altare si apre la scala di accesso alla cripta: un vero gioiellino architettonico.

Ecco alcune immagini,

una natività con un’espressione piuttosto imbronciata, forse dovuta agli occhi dipinti come strabici: maternità, scultura

archi, e capitelli, la visione d’insieme che si riesce ad inquadrare:

archi, capitelli

alcuni capitelli e peducci:

capitello, selenite, sec. XI

peduccio, selenite, sec. IX

capitelli, selenite, sec. IX

In una seconda stanzetta, troviamo un affresco, purtroppo il riflesso dell’illuminazione ne riduce la leggibilità nella foto:

affresco, natività, se. IX

Cliccando sulle immagini si possono vedere ingrandite..

Alla prossima 🙂