Sul modello “casello autostradale” per la Fontana di Trevi: Virginia Raggi ci ripensi

Non importa da chi vengano le proposte, la questione resta evidente e fondamentale: per aumentare il flusso turistico, si cerca di irreggimentare la fruizione dell’opera d’arte.

Quando non si presentano problematiche inerenti la conservazione dell’opera (un numero eccessivo dei visitatori in locali chiusi comporta un’alterazione pericolosa del microclima) non è corretto porre limitazioni, soprattuto quando ostacolano una visione completa e dettagliata di un’opera d’arte.

Purtroppo la tendenza dei politici ed amministratori del bene publlico da noi tendono a pensare ad unn aumento degli introiti, dimenticando anche quello che è un aspetto fondamentale: il turista se non può ammirare fino in fondo un opera, eviterà di intraprendere viaggi e spese per poterlo fare in formato ridotto.

Virgina Raggi lancia la proposta per un percorso senza soste per vedere la Fontana di Trevi. Un’idea che non risolve i problemi: la invitiamo a ripensarci.

Sorgente: Sul modello “casello autostradale” per la Fontana di Trevi: Virginia Raggi ci ripensi