Liebster Award

x libster aw IEP

I miei più vivi ringraziamenti ad Antonella Sacco e Giuseppe Ciccia per avermi assegnato questo premio.

In questi giorni non sono molto on line, ed ho visto contemporaneamente le due nomine, quindi rispondo in un’unica seduta, anche per evitare doppioni. Essendo doppio, cercherò di essere più dettagliato nelle risposte ;).

Le regole:
1) Rispondere alle 11 domande di chi vi nomina.
2) Formulate 11 ulteriori domande a vostra scelta.
3) Nominate 11 blog e avvisateli.
4) Inserire nel post il distintivo del Liebster Award.
Ecco le domande che mi sono state poste, e le mie risposte:

1) Perché hai creato un blog?

Essenzialmente per comunicare, è stata una decisione piuttosto complessa da prendere, ma avevo deciso di utilizzare la rete per cercare di promuovere la mia attività (di restauro opere d’arte) e l’artigianato in genere, partendo da account su twitter, linkedin, google+, tumblr e facebook. Sul blog avevo molti dubbi, in quanto non riesco a scrivere continuativamente e temevo di lasciarlo inattivo per settimane e mesi. Quando ho avuto le idee più chiare, due anni fa, circa, ho avviato questo blog, mirato su contenuti legati al mondo artistico e del restauro. Una volta che mi sono accorto di non riuscire ad essere monotematico, ne ho aperto un secondo, tecnico-professionale, e questo è diventato un mezzo per esprimermi a tutto campo.

2) Quanto tempo dedichi al tuo blog?

Non riesco a quantificare: dal mobile, leggo e rispondo ai commenti, scrivo solamente quando sono al computer, per cui il tempo è variabile, e dipende anche da quanto c’è di nuovo sui blog che seguo.

3) Cosa cerchi di trasmettere tramite i tuoi articoli?

Uno stimolo alla ricerca di nuove conoscenze, di una maggior apertura mentale, unito alla voglia di cose belle. Riconosco che è piuttosto ambizioso, ma cerco di fare del mio meglio.

4) Quale argomento inspira i tuoi articoli?

La cultura, prevalentemente mirata alle espressioni artistiche, intendendo in questa definizione, le opere umane, non solo quelle famose e riconosciute come Opere d’Arte con la maiuscola.

5) Sei curioso?

Si, e mi dispiace di avere poco tempo a disposizione per soddisfarla.

6) Qual è il tuo articolo preferito? Perché?

Doverne selezionare uno solo, quando si cerca di non creare classifiche di alcun tipo è piuttosto complicato. In altre parole, non c’è un articolo preferito.

7) Qual è il tuo libro preferito? Perché?

Non ho preferenze specifiche; se proprio devo sceglierne qualcuno, non posso fare altro che elencare quelli che hanno determinato dei momenti di crescita o cambiamento nella mia personalità; in questo caso non posso che citare “Marxismo e teoria della personalità” di Lucien Seve, “In nome della necessità” di Malrieux, “Il capitale” e “Lineamenti per la critica dell’economia politica” di Marx, oltre a fantascienza (Asimov, Dick, Le Guinn, i miei preferiti), fantasy e narrativa varia.

8) Se fossi una pietanza, quale saresti?

Tagliatelle, con piselli, speck, zenzero e peperoncino.

9) Quale immagine ti rappresenta?

Non saprei. Mi risulta difficile immedesimarmi in una qualsiasi.

10) Qual è la città Italiana o Estera che preferisci? Perché?

Sono diverse; anche in questo caso quella che ha avuto un impatto maggior sulla mia persona, è la Berlino dei primi anni ’80. Vi si raggiunsero momenti propositivi, organizzativi di eventi e stimoli culturali molto elevati ed avanguardistici.

11) Quali social network usi?

Come ho scritto all’inizio, pagima ed account su facebook, twitter, linkedin, google+, tumblr, pinterest, instagram (che sto accantonando)

Questa volta non nomino nessuno, mi manca il tempo materiale per operare una selezione di 11 nominativi, inoltre non mi piace fare classifiche.

Chi mi legge è invitato ad autocandidarsi e partecipare rispondendo alle stesse domande.

Buona serata

Un nuovo, ma non troppo, … Liebster Award.

secondo-liebster-award

Nico, https://poesiacultura.wordpress.com mi convoca ad  un altro Liebster Award, lo ringrazio di cuore.

Come al solito, le regole da seguire:

Citare il blog che ci nomina

Rispondere alle 10 domande poste

Farne a nostra volta altre 10 ai blog che scegliamo e avvisarli.

Le 10 domande di  https://poesiacultura.wordpress.com.

1) Cos’è per te il Tempo?

Bella domanda 😉 piuttosto impegnativa: potrebbe essere la differenza tra un inizio ed una fine di qualsiasi evento, misurabile con un codice definito e condiviso che comprende secondi, minuti, ore, giorni, … Lo si può adattare alla nostra vita, di cui conosciamo soltanto le coordinate di inizio, per cui sarebbe un valore indefinito, m anche a tutte le situazioni e gli eventi che ci stiano a cuore o meno. La sua codifica (misurazione) ci consente di organizzare i ricordi, tentare di soddisfare sogni, desideri e formulare  speranze.

2) Hai mai letto un libro di Filosofia e uno di Economia e Finanza?

Filosofia ed economia, certamente, spesso i due ambiti si intersecano; per la finanza non saprei, anche perché difficilmente non entrano elementi finanziari in testi di economia. Non elenco i titoli, ma se qualcuno fosse curioso non ha che da chiedere :).

3) In quale modo ti informi su quanto accade in politica, oggi in Italia?

Qualche volta, quando so di avere tempo libero, acquisto un quotidiano; prevalentemente utilizzo la rete: sono iscritto ad alcuni portali/blog di informazione, a varie pagine facebook di quotidiani (il fatto, repubblica, il manifesto), e riviste. Ciò mi consente di leggere notizie e commenti ogni volta che mi connetto, inoltre ho anche attivato varie notifiche che mi comunicano la stampa di un articolo che, se di interesse, leggo sullo smartphone.
3) Sai dirmi gli ultimi 3 Presidente della Repubblica Italiana?

Tre soli? Gli ultimi: Mattarella, Napolitano, Scalfari, Cossiga, …

4) Conosci altri Genocidi oltre a quello della Shoa?

Basta seguire i giornali, Chabra e Chatila, il massacro dei palestinesi in Giordania nel settembre ’69 o ’70, varie guerre tra etnie diverse in Africa, i musulmani in Bosnia, … e, soprattutto, per quantità e qualità (anche se non si possono considerare genocidi, sono massacri), la caccia agli eretici da parte dell’inquisizione spagnola nel XVI secolo.
5) Dimmi una frase famosa che ti ha colpito, in 3 secondi senza pensare.

In tre secondi non ci riesco.
6) Estate o Inverno

Autunno ;), seriamente, preferisco il clima freddo, quindo l’inverno. Non solo per la temperatura ma ha una luminosità particolare, molto più intensa e, a volte, fastidiosa per i miei occhi (è più facile che utilizzi lenti da sole in inverno-primavera che in estate). Anche le giornate nebbiose hanno un fascino particolare e piacevole, se non devi fare viaggi in auto.

7) Conosci il significato di queste sigle, NO, I.N.P.S., C.R.I.F, A.B.I., P.S.D.I., U.N.I.R.E

Si, anche se alcune possono essere acronimi diversi; la prima la conosco come negazione, non saprei collegarla come sigla.
8) Mare o montagna.

Indifferente, purché il mare non sia l’Adriatico settentrionale.
9) Se dico Toto, tu cosa rispondi?

De Curtis? O l’appellativo affettuoso o abbreviato di Salvatore.

10) Cos’è il Dubbio?

Mancanza di certezze e paura di prendere la decisione sbagliata, o che la propria valutazione sia errata. È anche la consapevolezza di non conoscere, quindi di dover essere pronti a recepire consapevolezze altrui quando la nostra è carente.

Abbiate pazienza, ma ancora ho delle remore a chiamare in causa altri che non conosco appieno, quindi anche stavolta non nomino alcuno,

ma invito chiunque mi legga e voglia farsi conoscere più a fondo ad intervenire: le domande sono le stesse cui ho risposto.

Ciao.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: