Stucco e ricostruzioni superficiali. – Laboratorio di restauro

Nuovo articolo, sullo stucco; separato dal primo in quanto la stuccatura si effettua anche su legno ed altri materiali, non i soli lapidei.

Lo stucco è un ammasso morbido e malleabile che si utilizza per chiudere piccole lacune e microfessure, onde ottenere un’omogeneità superficiale essenziale per un effetto esteticamente uniforme. Lo stucco e la stuccatura su opere lignee. È costituito di tre componenti, un inerte, un legante, e pigmenti; se lo si diluisce diventa utilizzabile anche come colore … Leggi tutto “Stucco e ricostruzioni superficiali.”

Sorgente: Stucco e ricostruzioni superficiali. – Laboratorio di restauro

Stucco e stuccatura su legno – Restauro di beni culturali.

Lo stucco è un ammasso morbido e malleabile che si utilizza per chiudere piccole lacune e microfessure, onde ottenere un’omogeneità superficiale essenziale per avere un effetto esteticamente uniforme. Lo stucco e la stuccatura su opere lignee. È composto di tre componenti, un inerte, un legante, e pigmenti; se lo si diluisce diventa utilizzabile anche come … Continua a leggere Stucco e stuccatura su legno

Sorgente: Stucco e stuccatura su legno – Restauro di beni culturali.

Fontana, dopo la pulitura si passa al montaggio e ricostruzione: gli interventi continuano.

I vari componenti sono stati puliti, si procede con rimontaggio, stuccatura e ricostruzione delle parti cadute.

Immagine

Posizionati la base, il leone da cui uscirà il getto d’acqua, la vasca e la colonnina che sosterrà un secondo leone.

La colonna è stata rinforzata con l’applicazione, nell’antico foro centrale dove era inserito il tubo di scorrimento dell’acqua, con un tubo di acciaio cui sono state saldate due piastre, anch’esse in acciaio, sulla base e la sommità. In questo modo il peso del leone superiore sarà parzialmente scaricato sulla base, senza gravare totalmente sulla colonna, che essendo di sezione piuttosto stretta, potrebbe costituire il punto debole dell’intera struttura. Una colata di sabbia e cemento all’interno del tubo centrale, rinforzerà il tutto.

Si passa ora alla stuccatura ed alla ricostruzione delle parti cadute nel corso del tempo. Si procede con una malta a base di calce e polvere di calcare “rosso Verona”.

Immagine

Come si vede, la stuccatura viene eseguita per stratificazione successiva, ed il composto viene rinforzato con un’intelaiatura di spinotti in vetroresina:

Immagine

Al termine della ricostruzione si cercherà di intagliarla ricostruendo anche l’immagine scolpita.